Alcune cose su di lui

Nel corso della sua lunga vita, Carlo Vita ha avuto tantissimi interessi. Al di là della sua produzione artistica, che ha meritato delle pagine dedicate, hanno avuto grande importanza per lui alcuni momenti ed alcuni amici che desideriamo brevemente ricordare.

Massimo Bacigalupo


Il caro amico ligure Massimo Bacigalupo ha condiviso parecchi momenti intensi degli ultimi venti anni dell’esistenza di Carlo Vita. Lo ha coinvolto nella nuova edizione del Dizionario Bompiani delle opere e dei personaggi e nell’organizzazione della mostra “Il mondo di Giuseppe e Frieda Bacigalupo. Cultura internazionale a Rapallo 1912-1999” (Rapallo 2012, poi Genova, Palazzo Ducale, Sala Liguria, 2012-13; altre edizioni a S. Margherita Ligure, Lavagna e Sestri Levante). Infatti Carlo Vita aveva conosciuto e intervistato il medico Giuseppe Bacigalupo, padre di Massimo e autore di Ieri a Rapallo, quando Carlo Vita si era occupato per l’ANSA di Max Beerbohm, morto nella clinica diretta da Giuseppe Bacigalupo nel 1956. Massimo ha fra l’altro curato la pubblicazione di una scelta di poesie di Carlo Vita nella rivista “Poesia” (gennaio 2011) e si è attivato perché sempre “Poesia” ospitasse un servizio di Carlo Vita e Alberto Noceti sul Credo veneziano di Rudolf Hagelstange (settembre 2018). Riportiamo due dei testi che Massimo Bacigalupo ha dedicato a Carlo Vita.

Carlo Vita e Massimo Bacigalupo al Circolo del Cinema di Verona il 20/05/2011

Eugenio Carmi


L’antica amicizia con Eugenio Carmi, artista di fama mondiale, è costellata di pietre miliari, dalle esperienze in Italsider, alla Galleria del Deposito di Genova, all’allestimento di innumerevoli mostre ed organizzazione di eventi artistici.

Queste sono le ultime testimonianza del loro eterno affiatamento:

Carlo Vita ed Eugenio Carmi (2008)
Carlo Vita con Umberto Eco ed Eugenio Carmi
Genova, mostra su Carmi (2015)

Italsider


Lasciato il giornalismo, negli anni ’60 Carlo Vita si dedica all’industria e ricopre il ruolo di capo ufficio stampa ed attività editoriali della Cornigliano e dell’Italsider, per la quale dirige la rivista aziendale.

Di questo periodo, tra gli altri, abbiamo due importanti contributi:

Modello della scultura Teodelapio di Alexander Calder realizzata
per Italsider a Spoleto

Galleria del Deposito


La Galleria del Deposito, espressione del Gruppo Cooperativo di Boccadasse, operò per oltre un quinquennio a Genova, prima in Piazza Nettuno a Boccadasse e poi in Via Roma, tra il novembre 1963 e la fine del 1969.

Principale attività della Galleria, oltre all’allestimento di 38 mostre di artisti italiani e stranieri, per la maggior parte mai presentati prima a Genova, fu la produzione di grafica, di oggetti e di “multipli”, posti in vendita a prezzi molto contenuti allo scopo di rendere accessibili ad un più largo pubblico opere in serie di importanti artisti contemporanei.

23 novembre 1963, inaugurazione della Galleria del Deposito.
Da sinistra: Kiky Vices-Vinci, Eugenio Carmi, Vita Carlo Fedeli, Flavio Costantini.

Circolo del Cinema


Il Circolo del Cinema è un’associazione di cultura cinematografica costituitasi a Verona nel 1947, per iniziativa del prof. Pietro Barzisa e di un gruppo di amici appassionati della settima arte (e Carlo Vita fu tra i fondatori), sull’onda del glorioso movimento dei Circoli del Cinema laici, sorti subito dopo la fine della seconda guerra mondiale nel clima della recuperata libertà, allo scopo di far conoscere il patrimonio dell’arte cinematografica mondiale e di approfondirne gli aspetti storici ed evolutivi.

Carlo Vita diede parecchi contributi all’associazione, tra cui:

Carlo Vita e Massimo Bacigalupo alla Conferenza del 20/05/2011

L’Agave


L’Agave è un’associazione fondata a Chiavari nel 1983, che svolge una intensa e mai interrotta attività culturale. Pubblica ogni anno, in pregevole veste tipografica, una Rivista di autori liguri.

Fino al 2015, ogni giovedì, organizzava letture di cultura varia, letteratura e poesia.

Continua sempre invece, con un gruppo di lettori, di cui Carlo Vita era un attivo esponente, la sua attività di diffusione culturale in tutta l’area del Tigullio.

Collabora al Bloomsday con le letture integrali dell’Ulisse, nell’ambito del Festiva della Poesia di Genova, e a Chiavari è sempre presente al Festival della Parola.

Altra sua iniziativa annuale è Poesia nel Mondo, con letture in lingua originale e traduzioni di poeti d’ogni nazionalità.

Programmi di lettura sono dedicati ogni anno dall’Agave alle scuole e agli anziani.

Carlo Vita, in una lettura nel 2013
Carlo Vita, in una lettura nel 2015
Carlo Vita con il gruppo di lettori, in una scuola nel 2016